Archivi della categoria: Comunicati

L’agonia della TEP. Chi ha sbagliato ne risponda.

tepstoricaIn questi pochi giorni che ci hanno separato dalla scoperta che Tep sarebbe uscita sconfitta dalla gara per l’appalto del servizio di trasporto pubblico provinciale poche sono state le parole pubbliche spese dall’attuale Cda.
Il tutto si riassume nella speranza che l’offerta vincente, quella di Busitalia, possa non superare i controlli e le verifiche di legge relativamente alla sostenibilità del piano industriale presentato. Mi auguro ovviamente che tale fase, che dovrebbe concludersi entro metà dicembre, possa portare novità positive per la nostra azienda di trasporto.

Inizio 2017: inaugurazioni, celebrazioni e tagli nastro a tutta forza

Come per magia nel 2017 aprirà finalmente i battenti la scuola per l’Europa, le fontane torneranno a zampillare un po’ in tutta la città, il ponte Nord troverà una sua destinazione d’uso e, udite udite, forse verrà completato il Teatro dei Dialetti.

Immagino che nelle speranze del nostro Sindaco questo tripudio di attivismo dell’ultima ora saprà cancellare in un baleno dalla memoria dei parmigiani, qui intesi meramente come elettori, quattro anni di assoluto immobilismo nel corso dei quali queste e tante altre cose sono state lasciate nel più completo abbandono.

Servizio rifiuti: nessun bando di gara, regime di proroga: interviene la Corte dei Conti

Da qualche settimana dispongo della comunicazione ufficiale da parte della Corte dei Conti in merito alla mancata predisposizione della gara per l’affidamento del servizio di raccolta rifiuti nell’ambito territoriale di Parma e provincia.

profumo_pizza_n
Conferenza stampa del 2013

L’ho ottenuta attraverso un regolare accesso agli atti e ne stavo valutando i numerosi aspetti legali quando la notizia è uscita sulla stampa locale.
A questo punto vorrei aggiungere a quanto uscito qualche considerazione che, credo, possa aiutare ad inquadrare la gravità eccezionale di questa indagine da parte della Corte dei Conti.
Il punto è infatti: perché il massimo organo di controllo sull’utilizzo delle risorse pubbliche scrive al Comune di Parma?

La difesa della nostra amministrazione, acquisita anch’essa attraverso regolare accesso agli atti, è ovviamente che la gara non è di propria competenza ma di Atersir, dunque il tentativo è di chiamarsi fuori preventivamente da qualunque addebito. Ma c’è un “ma” grosso come una casa che merita di essere valutato attentamente.

Dopo l’incontro pubblico col sindaco sulla diffusione della legionellosi

legio
Click per la pagina legionella iss

Si può organizzare una consegna porta a porta di uno stampato che illustri la situazione, dia consigli e contenga il testo delle ordinanze del comune?
Costa, ma se lo si è fatto per le istruzioni sulla raccolta differenziata e per varie altre comunicazioni municipali perché non affidarlo ad esempio ai subappaltanti IREN della differenziata?
Sarebbe bello che bastassero i “social networks”, ma purtroppo chi non li usa è proprio quella fascia ultrasessantenne che rischia di più.

Aumentano i casi di legionella e vi sono due vittime

Non sono bastati 31 casi di infezione da legionella e 2 morti a convincere il Sindaco Pizzarotti del fatto che sia in atto un’emergenza sanitaria e che questa vada affrontata con la dovuta tempestività. Forse le indagini aperte dalla Procura per epidemia colposa avranno l’effetto sperato, fermo restando che con ogni probabilità si tratta di un atto dovuto e al momento non si segnalano persone iscritte nel registro degli indagati.

L’acqua del Montebello …

In attesa di conoscere le decisioni del Sindaco rispetto all’unica cosa  che davvero lo appassiona, ovvero la sua permanenza o meno all’interno del movimento di Beppe Grillo,legioovvero la sua permanenza

o meno all’interno del movimento di Beppe Grillo, si moltiplicano i casi di legionella in città.
Sia chiaro, non sta a Pizzarotti predisporre le necessarie misure sanitarie, altri giustamente stanno lavorando e credo con la necessaria competenza ed efficacia. A lui però spetterebbe il compito di parlare con la città. È il primo cittadino, è la massima autorità sanitaria locale, il punto della situazione dovrebbe essere a tutti noi chiaro in virtù di un suo attivo ruolo di coordinamento e comunicazione.

Centro agroalimentare e logistica: i generosi emolumenti agli amministratori

Mi è stato segnalato che recentemente il Centro Alimentare e Logistico, società partecipata al 53,6% dal Comune di Parma, avrebbe deliberato di raddoppiare i compensi dei propri amministratori. Come di consueto avrei voluto esaminare la delibera in oggetto ma il Cal, ignorando qualunque disposizione sulla trasparenza, non pubblica le proprie delibere e neppure il proprio organigramma. In attesa dunque di presentare un regolare accesso agli atti vorrei comunque fare qualche considerazione preventiva.

Piazzale Matteotti: Degrado a 360 gradi

Spaccio, incuria, degrado, piazzale Matteotti da un po’ di tempo a questa parte sembra essere diventato il paradigma della condizione in cui si trovano diverse zone della città. I residenti da tempo mi segnalano la sostanziale mancanza di controlli che si traduce in bivacchi a qualsiasi ora, danneggiamenti alle strutture di gioco bimbi del parco, presenza di spacciatori che fanno la spola dalla vicina viale Vittoria per arrivare all’inagibilità di alcune vie nelle giornate di mercato ben oltre gli orari previsti dalle autorizzazioni. Di fronte a tutto questo l’impotenza dell’amministrazione comunale è alquanto evidente e, come già avvenuto in altre occasioni le risposte fornite, anche al sottoscritto, si limitano alla teoria e non certo alla pratica.

Servizi sociali S.Lazzaro-Lubiana-Cittadella

Davvero una lezione di trasparenza, condivisione e ascolto quella impartita in questi giorni dall’assessore al Welfare Laura Rossi in riferimento alla vicenda del trasferimento dei servizi sociali dal polo di via Da Vinci a piazzale della Pace.
A nulla sono servite le richieste di mediazione e la proposta di lasciare in via Da Vinci almeno uno sportello di front office; l’assessore, già nota per la capacità di dialogo con la città, ha tirato dritta per la sua strada ignorando tutto e tutti, compresi i cittadini che subiscono così gli effetti di una scelta priva di logica.

Per continuare a navigare in questo sito devi accettare le condizioni sull'uso dei cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e in alcuni casi per conservare dati come la tua e-mail se decidi di contattarci od iscriverti alla mailing list. Cliccando accetti o proseguendo nella navigazione accetterai l'utilizzo dei cookie.

Chiudi